Antica Pizzeria Osterie “Pepe”. Il fratello povero e meno blasonato, ma altrettanto eccellente.

Siamo andati a Caiazzo per andare a Mangiare una pizza da Pepe in Grani, la nuova pizzeria di uno dei fratelli Pepe. Viste le scale e considerato che avevamo al seguito i nostri genitori anziani abbiamo optato con rammarico per l’antica pizzeria Pepe. Appena entrati abbiamo spiegato l’accaduto e il fratello Pepe che gestisce questa pizzeria, ci ha chiarito che qui è dove tutto è iniziato, dove il padre ha insegnato ai figli l’antica arte della pizza e la passione delle cose fatte bene. Subito siamo stati accolti da una gentilissima Cameriera che ci ha trattato come VIP, cosa che in realtà faceva per tutti e credetemi è piacevole sentire che si è ben accetti in un ristorante. Ma veniamo alla pizza, abbiamo preso una nero casertano con mozzarella salame di suino nero casertano, pomodoro e origano del Matese. Due Margherite, una pizza con la scarola e una Parmigiana: Io da Goloso e appassionato le ho assaggiate tutte e le ho trovate tutte buonissime. In particolare mi ha colpito nero casertano, soprattutto perché, mangiando io normalmente pizze senza pomodoro, ho per la prima volta in vita mia mangiato una pizza con il pomodoro. Sarà che il pomodoro era passato nel modo giusto ( non troppo liquido) sarà per l’ottimo Salame di Nero casertano, oppure per l’ottimo fior di latte o non so per l’eccellente origano ( che si sentiva che era di montagna) fatto sta che io l’ho trovata deliziosa. La pasta della pizza poi, l’ho trovata veramente fantastica, incarnava nel suo interno il gusto e la pazienza di un tempo andato, un tempo in cui non si aveva fretta di fare le cose, dove la pazienza e la maestria erano i veri ingredienti su cui si basava il prodotto finale. Quella pazienza e quella Maestria è ancora presente all’antica pizzeria Pepe, che gode anche del fatto di trovarsi in un paesino in provincia di Caserta, Caiazzo, dove l’ordine ed il rispetto per le cose antiche è forte e lo si percepisce non appena ci arrivi. Cos’altro dire, se non che alla fine abbiamo gustato un fantastico dessert sospiro di una nota pasticceria della zona, di cui però vi parlerò una prossima volta. Andateci all’antica pizzeria Pepe, perché riscoprirete il gusto ed i piaceri di un tempo che fu. Grazie per l’ottima accoglienza

.

Unico appunto il conto, veniva € 44,60 € ci ha fatto pagare €  44,50.  In certi casi meglio 45 oppure 44, perché i 50 centesimi davvero danno fastidio.  In ogni caso il giudizio è:

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *